Archive for the L’importanza Del Testo Category

L’anno che sta arrivando tra un anno passerà…

Posted in L'importanza Del Testo on 31 dicembre 2015 by Speranza&Rivoluzione™

 

Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po’
e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò.
Da quando sei partito c’è una grossa novità,
l’anno vecchio è finito ormai
ma qualcosa ancora qui non va.

Si esce poco la sera compreso quando è festa
e c’è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra,
e si sta senza parlare per intere settimane,
e a quelli che hanno niente da dire
del tempo ne rimane.

Ma la televisione ha detto che il nuovo anno
porterà una trasformazione
e tutti quanti stiamo già aspettando
sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno,
ogni Cristo scenderà dalla croce
anche gli uccelli faranno ritorno.

Ci sarà da mangiare e luce tutto l’anno,
anche i muti potranno parlare
mentre i sordi già lo fanno.

E si farà l’amore ognuno come gli va,
anche i preti potranno sposarsi
ma soltanto a una certa età,
e senza grandi disturbi qualcuno sparirà,
saranno forse i troppo furbi
e i cretini di ogni età.

Vedi caro amico cosa ti scrivo e ti dico
e come sono contento
di essere qui in questo momento,
vedi, vedi, vedi, vedi,
vedi caro amico cosa si deve inventare
per poterci ridere sopra,
per continuare a sperare.

E se quest’anno poi passasse in un istante,
vedi amico mio
come diventa importante
che in questo istante ci sia anch’io.

L’anno che sta arrivando tra un anno passerà
io mi sto preparando è questa la novità…

aosta

Annunci

M O N E Y

Posted in L'importanza Del Testo on 3 marzo 2013 by Speranza&Rivoluzione™

Testo e traduzione MONEY - Pink floyd

Soldi, andate via

Trovati un buon lavoro con più paga e sei ok

Soldi, ti gasano

Afferra il contante con entrambe le mani e mettilo da parte

Macchina nuova, caviale, sogni ad occhi aperti a 4 stelle

Penso che mi comprerò una squadra di calcio

Soldi, andatevene via

Sono a posto Jack giù le mani dal mio gruzzolo

Soldi, sono una botta

Non darmi questa merda da due lire

Sono tra i fedelissimi della prima classe

E penso di aver bisogno di un jet Lear

Soldi, sono un crimine

Dividi equamente, ma non prendere una fetta della mia torta

Soldi, così dicono

Sono l’origine di tutti i mali di oggi

Ma se domandi l’aumento non è una sorpresa

che non diano un bel niente.

_______________________________________

I n I T A L I A – F a b r i F i b r a

Posted in L'importanza Del Testo with tags , on 3 febbraio 2013 by Speranza&Rivoluzione™

________________________________

_________________________________

Ci sono cose che nessuno ti dirà… 
ci sono cose che nessuno ti darà… 
sei nato e morto qua 
sei nato e morto qua 

nato nel paese delle mezza verità 

dove fuggi? 

in italia pistole in macchine 
in italia machiavelli e foscolo 
in italia i campioni del mondo 

sono in italia 

benvenuto 
in italia fatti una vacanza al mare 
in italia meglio non farsi operare 
in italia non andare all’ospedale 
in italia la bella vita 
in italia le grandi serate e i gala 
in italia fai affari con la mala 
in italia il vicino che ti spara 

in italia… 

Ci sono cose che nessuno ti dirà… 
ci sono cose che nessuno ti darà… 
sei nato e morto qua 
sei nato e morto qua 
nato nel paese delle mezze verità 

dove fuggi? 
in italia i veri mafiosi sono 
in italia i più pericolosi sono 
in italia le ragazze nella strada 
in italia mangi pasta fatta in casa 
in italia poi ti entrano i ladri in casa 
in italia non trovi un lavoro fisso 
in italia ma baci il crocifisso 
in italia i monumenti 
in italia le chiese con i dipinti 
in italia gente con dei sentimenti 
in italia la campagna e i rapimenti 

in italia… 

Ci sono cose che nessuno ti dirà… 
ci sono cose che nessuno ti darà… 
sei nato e morto qua 
sei nato e morto qua 
nato nel paese delle mezze verità 

dove fuggi? 
in italia le ragazze corteggiate 
in italia le donne fotografate 
in italia le modelle ricattate 
in italia impara l’arte 
in italia gente che legge le carte 
in italia assassini mai scoperti 
in italia volti persi e voti certi 

in italia 

Ci sono cose che nessuno ti dirà… 

ci sono cose che nessuno ti darà… 

sei nato e morto qua 
sei nato e morto qua 
nato nel paese delle mezze verità

Continua a leggere

Posted in L'importanza Del Testo with tags , on 6 gennaio 2013 by Speranza&Rivoluzione™

Immagina non ci sia il Paradiso prova, è facile
Nessun inferno sotto i piedi.

Sopra di noi solo il Cielo
Immagina che la gente viva al presente…

Immagina non ci siano paesi, non è difficile.
Niente per cui uccidere e morire e nessuna religione
Immagina che tutti vivano la loro vita in pace…

Puoi dire che sono un sognatore ma non sono il solo.
Spero che ti unirai anche tu un giorno  

e che il mondo diventi uno.

Immagina un mondo senza possessi mi chiedo se ci riesci
senza necessità di avidità o fame.
La fratellanza tra gli uomini, Immagina tutta le gente
condividere il mondo intero…

Puoi dire che sono un sognatore ma non sono il solo.
Spero che ti unirai anche tu un giorno

e che il mondo diventi uno.

___________________________________

___________________________________

Imagine there’s no heaven
It’s easy if you try
No hell below us
Above us only sky
Imagine all the people
Living for today…

Imagine there’s no countries
It isn’t hard to do
Nothing to kill or die for
And no religion too
Imagine all the people
Living life in peace…

You may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope someday you’ll join us
And the world will be as one

Imagine no possessions
I wonder if you can
No need for greed or hunger
A brotherhood of man
Imagine all the people
Sharing all the world…

You may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope someday you’ll join us
And the world will live as one

M E R A V I G L I O S O . . . .

Posted in L'importanza Del Testo with tags , on 25 novembre 2012 by Speranza&Rivoluzione™

____________________________________

E’ vero 
credetemi è accaduto 
di notte su di un ponte 
guardando l’acqua scura 
con la dannata voglia 
di fare un tuffo giù uh 
D’un tratto 
qualcuno alle mie spalle 
forse un angelo 
vestito da passante 
mi portò via dicendomi 
Così ih: 

Meraviglioso 
ma come non ti accorgi 
di quanto il mondo sia 
meraviglioso 
Meraviglioso 
perfino il tuo dolore 
potrà guarire poi 
meraviglioso 
Ma guarda intorno a te 
che doni ti hanno fatto: 
ti hanno inventato 
il mare eh! 
Tu dici non ho niente 
Ti sembra niente il sole! 
La vita 
l’amore 

Meraviglioso 
il bene di una donna 
che ama solo te 
meraviglioso 
La luce di un mattino 
l’abbraccio di un amico 
il viso di un bambino 
meraviglioso 
meraviglioso… 
ah!… 

Ma guarda intorno a te 
che doni ti hanno fatto: 
ti hanno inventato 
il mare eh! 

Tu dici non ho niente 
Ti sembra niente il sole! 
La vita 
l’amore 
meraviglioso 
 
La notte era finita 
e ti sentivo ancora 
Sapore della vita 

Meraviglioso 
Meraviglioso

Meraviglioso 
Meraviglioso…

____________________________________________

Meraviglioso – Domenico Modugno

____________________________________________

Radici nel cemento – Il paese di Pulcinella

Posted in Giorno per Giorno, L'importanza Del Testo with tags , , , on 5 settembre 2012 by Speranza&Rivoluzione™

________________________________

O Italia, O Italia mia
Io ti amo con tutto cuore,

ti amerò sempre alla follia!
O Italia, Italia bella

ma non possiamo restare per sempre solo il paese di Pulcinella!

questo è il paese della buona cucina
del sole che splende mentre il resto va in rovina
ribalta perfetta per il vecchio Pantalone
che tiene dentro il sacco la nuova generazione
questa è la terra del genio popolare
gettato alle ortiche e poi lasciato a macerare
ma torneremo presto anche più “poveri ma belli”
se non si ferma subito la fuga dei cervelli!

questo è il paese del << sia Francia o sia Spagna,
vanno tutti bene , basta che se magna!>>
sempre assai devoti ai santi in paradiso
ma chi il santo non ce l’ha è ingannato e anche deriso
fallimenti, peculato, aggiotaggio e concussione
furto, falso in bilancio, frode fiscale e corruzione
sguazza la nazione nei suoi mali e tuttavia
la popolazione è in preda all’apatia!

O Italia, O Italia mia
Io ti amo con tutto cuore,

ti amerò sempre alla follia!
O Italia, Italia bella

ma non possiamo restare per sempre solo il paese di Pulcinella!

questo è il paese in cui la storia va così:
<Voi Mi Date la Fiducia e poi Ghe pense Mi!>
siamo il cortile dell’ultimo vero monarca
che vuole tornare al latino ed indicare la rotta alla barca
un popolo di santi, poeti e pensatori
di artisti, di scienziati, eroi, navigatori
che per vent’anni al grido “eia eia alalà”
ha delegato ogni sua responsabilità!

questo è il paese in cui non tornano i conti
ma se tornano i reali, ad applaudire siamo pronti
repubblica gloriosa dove <Ciò Che è stato e stato>
stragi comprese e poi <<scordammoce ‘o passato!>>

campioni del mondo della mezza soluzione
che accontenta tutti e non risolve la questione
ma non si dia la colpa al potere e a chi ce l’ha
la classe dirigente è lo specchio della società!

Ma se…tu mi dici che…non vuoi cambiare…allora, allora, allora…

muovasi la Capraia, muovasi la Gorgona
sulla foce dell’Arno ‘sì che anneghi ogni persona
erutti l’Etna, si risvegli anche il Vesuvio
e la valle Padana sia sommersa dal diluvio
Arda la Puglia, inaridisca la Basilicata
bruci la Calabria e ne sia carbonizzata
torni Alarico insieme a tutti i Visigoti
i paesi e le città…rimangano vuoti!

___________________________________________

__________________________________________

CAPAREZZA – Non Siete Stato Voi (il sogno Eretico)

Posted in L'importanza Del Testo with tags , , on 22 agosto 2011 by Speranza&Rivoluzione™



Non siete Stato voi che parlate di libertà
come si parla di una notte brava dentro
i lupanari.

Non siete Stato voi che
trascinate la nazione dentro il buio
ma vi divertite a fare i luminari.

Non siete Stato voi che siete uomini di
polso forse perché circondati da una
manica di idioti.

Non siete Stato voi
che sventolate il tricolore come in
curva e tanto basta per sentirvi patrioti.

Non siete Stato voi né il vostro parlamento
di idolatri pronti a tutto per ricevere
un’udienza.

Non siete Stato voi che comprate voti con la propaganda ma
non ne pagate mai la conseguenza.

Non siete Stato voi che stringete tra le dita il rosario dei sondaggi sperando che vi rinfranchi.

Non siete Stato voi che risolvete il dramma dei disoccupati
andando nei salotti a fare i saltimbanchi.

Non siete Stato voi.

Non siete Stato, voi.

Non siete Stato voi, uomini boia con la
divisa che ammazzate di percosse i detenuti.

 
Non siete Stato voi con gli anfibi sulle facce disarmate prese
a calci come sacchi di rifiuti.

Non siete Stato voi che mandate i vostri
figli al fronte come una carogna da
una iena che la spolpa.

Non siete Stato voi che rimboccate le bandiere sulle
bare per addormentare ogni senso di colpa.

 
Non siete Stato voi maledetti forcaioli impreparati, sempre in cerca di un nemico per la lotta.

Non siete Stato voi che brucereste come streghe
gli immigrati salvo venerare quello nella grotta.

Non siete Stato voi col busto del duce sugli scrittoi e la
costituzione sotto i piedi.

Non siete Stato voi che meritereste d’essere
estripati come la malerba dalle vostre sedi.
Non siete Stato voi.

Non siete Stato, voi.

Non siete Stato voi che brindate con il sangue

di chi tenta di far luce sulle vostre vite oscure.

Non siete Stato voi che vorreste dare voce
a quotidiani di partito muti come sepolture.

Non siete Stato voi che fate leggi su misura
come un paio di mutande a seconda dei genitali.

Non siete Stato voi che trattate
chi vi critica come un randagio a cui
tagliare le corde vocali.

Non siete Stato voi, servi, che avete noleggiato
costumi da sovrani con soldi immeritati, siete
voi confratelli di una loggia che poggia
sul valore dei privilegiati come voi
che i mafiosi li chiamate eroi e che
il corrotto lo chiamate pio e ciascuno
di voi, implicato in ogni sorta di
reato fissa il magistrato e poi giura
su Dio: “Non sono stato io”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: