Corsi e ricorsi… Circoli Viziosi


Ieri Brusca

oggi Provenzano,

domani chissà..

Pensate un attimo: abbiamo avuto cinque anni filati di governo di cosiddetta destra (con esponenti politici che hanno dichiarato che con la mafia bisogna convivere) e stranamente nessun attentato mafioso… Ottimo direi, ma non dovrebbe far riflettere? Cade il governo, per lasciare il posto a Prodi(l’uomo dei poteri forti bancari anglo-ebraici: Goldman Sachs, Warbur, ecc…)e due giorni dopo le elezioni-farsa, magicamente, viene arrestato, o meglio si fa beccare, Bernardo Provenzano, capo indiscusso(dicono loro)della Mafia. Non dovrebbe far riflettere anche questo? Ma vi pare che il capo della mafia, l’amministratore delegato di una multinazionale che fattura 100 miliardi di euro all’anno (200.000 miliardi delle vecchie lire per intenderci)possa vivere come un povero barbone reietto, dentro una casetta in legno, mangiando cicoria e formaggio e pregando tutto il giorno Padre Pio? Secondo voi un Provenzano, incapace perfino di parlare, era in grado di gestire un giro di affari che tra le altre cose coinvolge paradisi fiscali, banche offshore, intermediazioni finanziare, società di clearing?

Vogliamo prenderci in giro?

La mafia è gestita dalle stesse persone che gestiscono la politica. O per dirla in altri termini, la politica è gestita dalle stesse persone che controllano la mafia.

Invertendo i fattori il risultato non cambia.

Dobbiamo dimenticare la mafia di quarant’anni fa, quella del delitto e dell’uomo d’onore, oggi la mafia è una transnazionale miliardaria gestita e controllata da personaggi in giacca e cravatta, da manager di altissimo livello con numerose lauree e master, banchieri internazionali intoccabili e inavvicinabili. Questa è la mafia. Ogni tanto per tenere buone le masse di capre(tosate giornalmente), permettono degli arresti eccellenti, ieri Brusca oggi Provenzano, domani chissà. Ma alla fine cosa cambia ai vertici? Assolutamente nulla. I loro intrallazzi continueranno tranquillamente a farli e questo è permesso loro dai burattini della politica, cioè, per usare le parole del poeta Ezra Pound, dai camerieri dei banchieri. Esseri umani privi di coscienza che come cellule cancerose impazzite vanno alla ricerca del potere, creando metastasi qua e là. Siccome il Re è nudo, e siccome Giulio ha perduto il posto al Senato, mi piacerebbe tanto vederlo al Colle. Che ne dite: al posto di Ciampi il sempreverde Andreotti? Approfitto dell’occasione quindi per fare un appello in favore del senatore a vita e invito la coalizione della cosiddetta sinistra(la stessa finanziata dai poteri bancari internazionali come Goldman Sachs e da personaggi loschi e pericolosi come l’ungaro-statunitense George Soros che ha finanziato con un milione e mezzo di euro la campagna del partito spudoratamente funzionale alle strategie anglo-americane, la Rosa nel pugno)di farci un pensierino.

In un colpo solo potrebbero da una parte avvicinare la sinistra alla destra e dall’altra dare il giusto epilogo ad una saga (quella del padrino) che durata da troppo tempo.

 

Procuratore antimafia Pierluigi Vigna.

Fonte: Repubblica

 

 

Picture by

Leggendo quanto ha scritto il procuratore Vigna un senso di sconforto mi ha invaso…  Se nemmeno un Procuratore antimafia puo’ nulla contro certi loschi individui chi potrà salvarci!? La mafia e’ come un drago che sputa fuoco e tiene soggiogata la povera gente ai propri voleri.. O ai voleri di chi per lui. Nella leggenda di San Giorgio gli uomini consapevoli della crudelta’ del drago simbolo del male pagavano giornalmente un tributo per non incorrere nella sua ira.. Si narra che al drago venissero offerti ogni giorno due agnelli e che quando questi scarseggiavano “le genti” fossero costrette a sacrificare i propri figli, fin quando un giorno San Giorgio affronto senza paura la spaventosa belva uccidendola… Così i genitori vengono dissanguati dalle mafie in modo legale e non e a volte sono costretti a sacrificare il futuro dei propri figli.. Curiosa quanto triste allegoria dei nostri tempi. Sarebbe bello sperare in un santo che ci salvi dalla MAFIA ma nessuno puo’ salvarci se non noi stessi.. Ci sono già stati uomini che si sono immolati cercando di sconfiggere il drago ma sono stati uccisi.. Uccisi piu’ che dalla mafia dall’avidità degli uomini e dalla dimenticanza.. Uomini cosi coraggiosi da sacrificare la propria vita per un ideale… Ma cosa hanno ricevuto in cambio?! Molti li hanno già dimenticati e così dopo lo scandalo di tangentopoli si è tornati in meno di 10 anni a un sistema elettorale che gioca di nuovo a favore dei partiti…

Ci stanno ingannando e noi tutti facciamo finta di non vedere o peggio giriamo il capo per paura di renderci conto dello schifo che ci circonda… Uniamoci e lottiamo ma soprattutto impariamo la lezione: quando si cerca un mafioso non bisogna cercare solo tra la gente di umili origini ma bisogna saper scrutare anche tra la gente piu’ insospettabile e colta perche’ la mafia come ogni organizzazione con scopo di lucro è fatta a scalini.. C’è chi fa il lavoro sporco e chi conta i soldi… Si parte dal picciotto per arrivare man mano che si sale alle menti diaboliche che orchestrano tutto grazie alle loro posizioni di prestigio ed ai tanti amici politici..

Provenzano è solo il boss dei picciotti..

Ma chi è il boss di Provenzano?

Annunci

6 Risposte to “Corsi e ricorsi… Circoli Viziosi”

  1. Natalia Says:

    Francesco…NON ESCONO GLI ASTERISCHI AI CONTATTI!!!!!!
    sarà un mio problema o un problema in generale di msn???
    bha…comunque, è da un pò che non ci si vede…ti aspetto domenica al nonsolojazz, e niente scuse!
    Un abbraccio, Natalia

    Mi piace

  2. Unknown Says:

    Ciao. Certo le parole di Vigna fanno pensare, del resto il ragionamento sull\’inadeguatezza di Provenzano a gestire in primis il giro d\’affari miliardario della mafia l\’avevamo fatta un pò tutti, ma la mafia è sempre stata così, su due livelli.
    Prima, nella fase tutta siciliana, l\’hanno controllata i nobili e i latifondisti, poi, "nazionalizzandosi"  ha dovuto rivolgersi alla politica. Certo che per 5 anni se ne sono stati buoni, guarda che alcune delle leggi varate dal centrodestra vanno bene anche per i mafiosi. Il garantismo sbandierato da Berlusconi e C contro le toghe rosse torna utile anche per dare una mano a chi ha aiutato, con voti e finanze, l\’ascesa del centrodestra in Sicilia. E se si sono liberati di Provenzano solo ora è forse perchè sta cambiando il clima sociale e politico e la mafia deve strutturarsi diversamente. Senza fare dietrologia, è stato forse anche un segnale ai politici, perchè si adeguino al nuovo corso.
    L\’unico modo per rispondere a tono è mantenere un atteggiamento sociale fermo e determinato, anche la manifestazione di Palermo degli imprenditori contro il racket e i movimenti giovanili possono fare molto, da un punto di vista culturale. Se la società condanna e  manifesta disapprovazione per l\’organizzazione e per i criminali che ne fanno parte, darà una mano anche alla politica a prendere le debite distanze da strani compagni di viaggio. 

    Mi piace

  3. Unknown Says:

    Rispondo al tuo commento sul mio post. Tina Ansemi era un\’ottima prospettiva, e lo dico anche da donna che vorrebbe veder più donne nei luoghi "alti" della politica, ma non sarebbe comunque stata una svolta e sopratutto ora che anche il ruolo del Presidente viene rivisto e discusso. In più, data la psicologia del nano malefico, che è molto vendicativo come più volte abbiamo potuto vedere, sarebbe cominciata una campagna mediatica di contrapposizione e di disinformazione come solo lui sa organizzare, e il Paese ne sarebbe uscito a pezzi. E ora non ce lo possiamo permettere. Napoletano è una scelta neutra che potrà, sopratutto se UDC e Fini riusciranno a sganciarsi un poco da FI e Lega, almeno dopo le elezioni amministrative e il referendum, fare da collante per gestire la politica economica e le riforme che ci aspettano.

    Mi piace

  4. Sicuramente San Giorgio mi sta più simpatico del gobbo …
    sarà che mi sono sentita protetta da lui quando ero scout … comunque …
     
    Non esiste un santo che possa difenderci e liberarci dalla Mafia, ma tanti angeli …
    lavorano talvolta nell\’ombra … altre volte si espongono … proprio come quelli detti "CUSTODI" …
     
    Sono per lo più uomini e donne del Sud … di giovane e media età …
    … colti … fervidi … volenterosi … coraggiosi …
     
    Qualcosa si sta muovendo …
    dal centro della terra ribolle il magma …
    E\’ rivoluzione …
    speranza e voglia di un mondo migliore …
    Tolleranza zero verso l\’illegalità …
     
    Palermo … Locri … Napoli …
    tutto il meridione raccoglie il suo orgoglio in bocca
    per un immenso sputo in faccia ai corrotti …
    una bella "SGRACCHIATA" che saprà ripulire la società …
     
    Me ne fotto di quello che è ora …
    attendo quel domani luminoso che ho in mente …
    Io ci credo …
    e tu?
    tu?
     
     
     
     

    Mi piace

  5. Unknown Says:

    ….mhhhhh….
    preoccupante che non aggiorni il tuo blog….
     
    non è che t\’hanno accoppato per via delle tuo "esporti troppo"?!!?
    eheheheh….

    Mi piace

  6. Francesca Says:

    Dunque Dunque, e menomale che ero venuta qui a farmi due risate… Tacci tua, mi hai fatto prendere dallo sconforto… come se non bastasse già il fatto che Moggi mi ha infangato la squadra… Francè… ma un post sui tronisti di Maria De Filippi no????!!!!!! :-)))…. a presto 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: