Il male del mondo: “IL SIGNORAGGIO”


1005 Anni di Medioevo…

Per un intero millennio il popolo ha pagato con la propria fatica, con il proprio sudore le richezze in cui i Banchieri sguazzano.


“Il Signoraggio” è una pratica Immorale  che soffoca i più poveri a favore di pochi eletti; Quello che la Banca Centrale Europea fa nel Vecchio continente (o la Federal Reserve fa negli Stati Uniti) e’ paragonabile alla pratica dell’Usura. E’ arrivato il momento  di Combattere, è ora di aprire “le porte della percezione”, è ora che tutti sappiano.

Cominciamo con un semplice esempio per chiarire il concetto di Signoraggio:

lo Stato prende in prestito una banconota da €100 euro dalla Banca Centrale (che è, ricordatelo una banca privata) e la «paga» con una «obbligazione» da €100. A fine anno dovrà «drenare» dalla popolazione quei €100 per restituirli al legittimo proprietario (che è il Bankiere Internazionale), più gli interessi, diciamo un 2,5%. La Banca Centrale ha stampato quella banconota spendendo (tutto compreso) 3 centesimi di euro (quindi era solo un pezzo di carta, una merce come un altra, come un biglietto del cinema) mentre la banconota da €100 (+2,5%), che lo Stato restituisce alla Banca Centrale, l’ha tolta a noi ed essa è frutto del nostro lavoro, delle nostre fatiche, del nostro sudore, insomma è pregna di valore e impegno umano! La Banca Centrale è una tipografia e si comporta come se fosse la padrona della banconota!

Ergo: il signoraggio su una singola banconota è di €102,5 – €0,03 = €102,47

*Il diritto di “signoraggio” naque nel medioevo ed era il potere del “signore” di emettere biglietti con un valore nominale ampiamente superiore al valore intrinseco e quindi di ricavare un guadagno dalla sovranità sulla moneta.

Perché debba farlo una Banca PRIVATA senza nemmeno usare la forza poi è un mistero….

Fate Voi i conti.. e questa è la punta dell’iceberg, sotto, celata e forse più pericolosa, c’è la riserva frazionaria.

*La situazione attuale, dal punto di vista logico, è sconvolgente.
Le banche centrali emettono moneta, senza limite e senza costo, e se ne attribuiscono la proprietà a titolo esclusivo e, con i loro prestiti sistematici, creano e incrementano il debito pubblico di ogni stato.
Ma la banca centrale che si dichiara proprietaria di questo denaro, emette denaro del quale è consapevole che non ha un corrispettivo in oro (dopo la caduta del sistema Aureo), e quindi non ha valore.
Il valore monetario è dunque creato dal cittadino, che non è proprietario, con il sudore della fronte e accettando una convenzione sulla moneta, basata su niente di concreto, ma semplicemente sulla sua supina accettazione di questo stato di cose. Il valore della moneta nazionale potrebbe avere forse un solo corrispettivo, la somma dei beni e del lavoro prodotto da coloro che non ne sono proprietari, quindi non cittadini, ma sudditi o schiavi. Ma questa è una misura largamente discutibile, non univoca e difficilmente misurabile.
Questa misura sarebbe il PIL, cioè il prodotto interno lordo, cioè esattamente ciò che produce la comunità di questi schiavi.
Tuttavia un valore non riconosciuto da nessuno, perché se si presenta una banconota all’incasso, la banca non paga, ed è autorizzata dalla legge a non pagare, né con oro, ma nemmeno con ogni altro valore, cioè carta straccia contro carta straccia.

Questo meccanismo infernale è stato adottato e ampliato anche con il trattato di Maastricht.
Tutto questo spiega come il potere-monetario possa dominare il potere-politico comunque esso sia costituito, democratico o no.
Le banche centrali è un sistema al cui apice è la BIS (Bank for International Settlements di Basilea, in Svizzera), una banca anch’essa privata, di proprietà delle banche centrali.
Ciascuna, controlla il proprio governo, tramite la capacità di condizionare i prestiti al Tesoro, di manipolare i tassi di cambio, d’influire sul livello delle attività economiche nazionali e di fare pressioni sui politici compiacenti tramite elargizioni mirate nel mondo degli affari. In questo modo si è instaurato un sistema che tramite privati, controlla completamente il denaro pubblico di tutti i cittadini, ai quali si sottrae non solo il potere monetario, ma con la semplice carta straccia anche la capacità di decidere cambiamenti della loro vita.


*Dott. Ing. Rodolfo Roselli

La prima domanda nasce spontanea, ma chi sono i proprietari della Banca Centrale Europea (e quindi i proprietari delle banche centrali dei vari paesi europei)? Senza andare troppo lontano chiediamoci, chi sono i soci della Banca d’Italia (della Banca d’Italia S.p.A. partecipata e partecipante della Banca Centrale Europea… Che partecipa ed e partecipata da altre banche Internazionali)?

Gruppo Intesa (27,2%),

Gruppo San Paolo (17,23%),

Gruppo Capitalia (11,15%),

Gruppo Unicredito (10,97%),

Assicurazioni Generali (6,33%),

INPS (5%),

Banca Carige (3,96%),

BNL (2,83%),

Monte dei Paschi di Siena (2,50%),

Gruppo La Fondiaria (2%),

Gruppo Premafin (2%),

Cassa di Risparmio di Firenze (1,85%),

RAS (1,33%)…

E siamo arrivati al 94,35%. E l’altro 5,65% di chi è? Sono tutti debitori del popolo Sovrano, altro che “creditori”. (La prima cosa che salta agli occhi è che i soci di Bankitalia rientrano tra quelle società su cui Bankitalia stessa dovrebbe esercitare un ruolo di vigilanza. Un palese conflitto d’interessi troppo evidente per essere casuale. In sostanza, Bankitalia e soci, non dovendo rispondere a nessuno, si configurano come entità anarchiche ed esterne al concetto di democrazia). Il batter moneta, come anche il crearsi un esercito, è una prerogativa del Sovrano: del popolo. Come è anche suo diritto il ribellarsi al tiranno. Il diritto economico del Popolo Sovrano è un diritto “inalienabile”: non può essere né ceduto né affittato. E’ anche uno dei diritti previsti dalla Carta dei Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite, oltreché nel comma 2 dell’Art. 42 della Costituzione. Da qui in poi potrebbero scatenarsi istiniti Anarchico-Insurrezionali ma non è quello che voglio per ciò vi propongo subito un Nuovo modo di Vedere la questione:

vi presenterò qui una proposta ideata dal prof. Giacinto Auriti dell’Università di Teramo (a oggi indagato per un esperimento fatto a Guardiagrele con una nuova “dimensione monetaria”, esperimento che ha risollevato l’economia del piccolo paese abruzzese in poco tempo e che per questo non poteva essere pubblicizzato troppo). Questa proposta è stata presentata come disegno di legge No. 1282 al Senato da alcuni Senatori, l’11 gennaio 1995 ma a oggi ancora non viene presa in considerazione.

Il testo è, nella sua brevità e semplicità, di estrema chiarezza.

La proposta è:

“Articolo 1”

La moneta all’atto dell’emissione nasce di proprietà dei cittadini italiani e va accreditata dalla Banca centrale allo Stato”(esattamente il contrario di quel che accade oggi; Lo stato oggi e debitore nei confronti della banca centrale); Riprendendo quindi i Principi di Duglas sul concetto di Credito sociale in antitesi con quello di debito pubblico.

“Articolo 2”

Ad ogni cittadino è attribuito un codice dei redditi sociali mediante il quale gli viene accreditata la quota di reddito causato dalla emissione monetaria e da altre eventuali fonti di reddito” (Signoraggio, Interessi attivi su prestiti ecc.).

* Per convincersi che un mondo migliore è possibile visionare Islamic Banking: un modo diverso di” far banca”  su:

http://www.mclink.it/personal/MC0823/mi_islamic_banking_un_modo_diverso_di_far_banca.htm

Auriti è ordinario di diritto e la sua spiegazione del principio dietro questa proposta, qui riportata in estrema sintesi, è piuttosto esplicita. Auriti spiega che il nostro sistema monetario è la più grande frode nella storia umana. I cittadini vengono illegalmente deprivati del doppio dell’ammontare totale della moneta in circolazione. Non solo infatti non gli si è dato la parte spettante loro dell’incremento delle attività economiche, ma quando questa parte veniva messa in circolazione, fu data in prestito, cioè fu richiesta una contropartita uguale all’ammontare della massa monetaria stessa aggiungendo, per così dire, il danno alla beffa. LE TASSE CHE I CITTADINI DEBBONO VERSARE, INVECE DI FINANZIARE OPERE PUBBLICHE, SERVONO A COPRIRE ANCHE QUESTI INTERESSI. Ecco perché il sistema non funziona. Le banche centrali, quelle cioè che stampano la cartamoneta dei vari paesi del mondo, sono dunque private, ed i proprietari sono in maggioranza le altre banche e i grandi finanzieri internazionali. Ma allora, se il mondo della politica, se i governi, i capi di Stato, i ministri del tesoro e dell’economia non hanno più voce in capitolo sui tassi di sconto, sulle strategie monetarie, sulle condizioni dei prestiti, sui finanziamenti internazionali, sui cambi, sulle borse, chi coordina tutto questo complesso MONDO DI NUMERI, di previsioni economiche, di interventi piccoli e grandi destinati a influire in maniera determinante sulla vita di tutti i popoli? Chi prende le decisioni? Chi comanda?

Informandosi, si viene a sapere che a Basilea, in Banhofplatz 2, ha sede la banca dei regolamenti internazionali BRI, o BIS, “Bank for International Settlements”, fondata nel 1930, dove si riuniscono, ogni mese, i dirigenti di tutte le banche centrali del mondo. Proprietarie della BRI sono infatti tutte le banche centrali del mondo, ma in proporzioni assai differenti tra di loro. Il 25 % delle azioni sono della federal reserve USA, il 15 % della banca d’Inghilterra e il rimanente 60 % è distribuito, con quote minime, tra tutti gli altri. Un 60% talmente frammentato da rendere impossibile una qualsiasi aggregazione percentualmente significativa.

Allora!? Cominciate a capire? Avete un quadro della situazione adesso… Bene ora individuato il problema e le possibili soluzioni non ci resta che analizzare un pò di storia; dalla storia c’è sempre da imparare. Molti uomini hanno  sacrificato  la  propria  vita  per  un cambiamento culturale che  Aimè, tarda  ad arrivare. Citiamo solo Alcuni piu rappresentativi:

1) Il 4 giugno 1963, venne fatto un piccolo tentativo per togliere alla Federal Reserve Bank il suo potere di affittare la moneta al governo facendosi pagare un interesse. In quel giorno, il presidente John Fitzgerald Kennedy firmò l’ordine esecutivo numero 11110 che ripristinava al governo USA il potere di emettere moneta senza passare attraverso la Federal Reserve. L’ordine di Kennedy dava al Ministero del Tesoro il potere “di emettere certificati sull’argento contro qualsiasi riserva d’argento, argento o dollari d’argento normali che erano nel Tesoro”. Questo voleva dire che per ogni oncia di argento nella cassaforte del Tesoro, il governo poteva mettere in circolazione nuova moneta. In tutto, Kennedy mise in circolazione banconote per 4,3 miliardi di dollari. Le conseguenze di questa legge furono enormi. Con un colpo di penna, Kennedy stava per mettere fuori gioco la Federal Reserve Bank di New York. Se fosse entrata in circolazione una quantità sufficiente di questi certificati basati sull’argento, questa avrebbe eliminato la domanda di banconote della Federal Reserve.

Forse l’assassinio di JFK fu un avvertimento ai futuri presidenti che avessero pensato di estinguere il debito eliminando il controllo che la Federal Reserve esercita sull’emissione monetaria. Kennedy aveva sfidato il governo monetario attaccando i due sistemi che sono sempre stati usati per aumentare il debito: la guerra e la creazione della moneta da parte di una banca centrale privata.

2) Col Trattato di Maastricht, art. 105 A, i governi e le monarchie europee hanno fatto un vero e proprio “papello” (così viene comunemente chiamato un patto tra stato e mafia) in cui alle tesorerie dello stato rimaneva il “signoraggio” sulle monete metalliche, gli spiccioli. Mentre la privata Banca Centrale Europea manteneva, anche per questo furto minore, il controllo sulle tesorerie stesse ed avocava a sé il diritto dell’emissione delle banconote. Il Trattato di Maastricht sull’Unione Europea (e non “dell’Unione Europea”) viene scritto il 7 FEBBRAIO del 92 e diventa legge, in Italia, il 3 novembre 1992, SENZA ESSERE STATO SOTTOPOSTO A SCRUTINIO POPOLARE E PRIMA CHE FOSSE EMANATA LA COSTITUZIONE EUROPEA.
Tra le due date, avvengono due eccidi in cui muoiono, oltre agli agenti della scorta, dei magistrati che stavano indagando sulle banche: Falcone, Morvillo e Borsellino. Che i Magistrati avessero cominciato a intuire un nesso tra il concetto di onorabilità (Man of Trust: legato esclusivamente alle disponibilità liquide di danaro) necessario per essere banchiere e il termine “Uomo d’onore” usato nelle cosche mafiose di ogni tipo? Ecco il mistero segreto che si vuole che la gente non conosca: la rapina del millennio, con contorno di stragi, effettuata tramite l’euro.

Continua su

http://www.disinformazione.info/signoraggio2.htm

Bene, Ora sapete come stanno le cose, non avete più l’ignoranza da usare come Giustificazione morale! Comunque vi starete chiedendo: cosa posso farci Io?

La risposta è immediata: non bisogna rimanere distaccati, non bisogna credere che qualcuno un giorno ci salvera o peggio che non si può fare niente per cambiare le cose. Tutti possiamo essere protagonisti del cambiamento, il primo passo è fare conoscere la Verità diffondendola…

Citazioni e frasi celebri collegate:

“Tu sei uno schiavo Neo! Come tutti gli altri sei nato in catene, sei nato in una prigione che non ha sbarre, che non ha mura, che non ha odore, una prigione per la tua mente!”
(Morpheus – in ” The Matrix);

“Un governo può sopravvivere con il signoraggio quando non può sopravvivere con nessun altro mezzo”.
(Maynard Keynes);

“Potrete ingannare tutti per un pò, potrete ingannare qualcuno per sempre, ma non potrete ingannare tutti per sempre”.
(Abramo Lincoln);

“Se un uomo non è disposto battersi per le proprie idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale niente lui”.

(Ezra Pound);

“Quando il sistema scricchiola, occorre una spallata, non una zeppa”.
[anonimo messicano, 1921];

La politica è l’azzuffarsi dei cani sull’osso del potere, gettato loro dai banchieri.
[sandro pascucci, 2005];

“Fin dalla nascita le grandi banche agghindate di denominazioni nazionali non sono state che società di speculatori privati che si affiancavano ai governi…”

(Karl Marx, Il Capitale, 1885).

L’attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto.
[Maurice Allais, nobel per l’economia];

E’ un bene che il popolo non comprenda il funzionamento del nostro sistema bancario e monetario, perchè se accadesse credo che scoppierebbe una rivoluzione prima di domani mattina.
[Henry Ford].

Per maggiori informazioni consultare:

http://www.mclink.it/personal/MC0823/index.html

da cui ho raccolto la maggior parte del materiale utilizzato.

Annunci

13 Risposte to “Il male del mondo: “IL SIGNORAGGIO””

  1. Annalaura Says:

    Cerckerò d diffondere questop testo a gente ke ne capisce un pò piu d me!!! :-))

    Mi piace

  2. diffondete diffondete diffondete il più che potete..la gente deve sapere ciò che nessuno gli vuol far sapere… w la controinformazione… hasta siempre frà

    Mi piace

  3. roberto Says:

    Frà se tu fossi qui ti abbraccerei come un fratello.Hai fatto davvero un bell\’intervento,si vede che ci tieni e soprattutto che ancora credi nella gente.Se solo io avessi il potere di diffondere,se solo la gente capisse che assieme si puo\’ dire BASTA!Io nel mio piccolo faro\’ di tutto affinchè la gente lo legga,e ti pubblichero\’ pari pari sul mio blog,grazie d\’esserci.p.s.scusa il ritardo,ma ho lavorato come addetto agli accrediti stampa nel paese dei balocchi,il motorshow,e ne ho viste di cotte e di crude…poi ti volevo dire che se nn vai nell\’archivio,non si vede questo intervento e per un attimo ho pensato che qualcuno avesse tentato di cancellarti.provabilmente è troppo lungo…

    Mi piace

  4. roberto Says:

    Fra\’ nn riesco ad inserire tutto il tuo intervento. Infatti pubblicandolo sul mio,me ne dà solo metà,quindi ho deciso di riportare quello che ho letto,grazie al tuo suggerimento su http://www.disinformazione.infoSempre che non ci elimino prima da questo mondo di blog,ti faccio ancora i miei complimenti,e speriamo che anche solo una persona recepisca il messagio,sarà comunque una vittoria.

    Mi piace

  5. Giacomo Alessandro Says:

    Spero che come te la inizi a pensare un bel pò di gente.Da solo non si è nessuno ma insieme…..chissà….forse….dammi la forza e la possibilità di crederci…

    Mi piace

  6. Unknown Says:

    Carissimo Frà, naturalmente per me è sempre un onore visitare il tuo blog e sono contento che parli sempre di problemi attualissimi e carichi di forti preoccupazioni..Il Signoraggio e la sua pratica ai giorni nostri, purtroppo, erano fatti che già conoscevo da tempo (..grazie al miticissimo Frollo, di cui presto avremo anche un blog!!)..a tal proposito, a completezza del tuo esauriente post, vorrei far presente che L\’Adusbef (un\’associazione di consumatori) ha già fatto causa, VINCENDOLA, alla Banca d\’Italia ed al suo governatore Fazio, quantificando il danno nell\’irrisoria cifra di 5 miliardi di euro (irrisoria davvero se confrontata alle cifre, impossibili da calcolare, del reddito su signoraggio nei decenni!)..http://www.adusbef.it/consultazione.asp?Id=3557&T=PPrima di andare i miei più vivi complimenti anche per il "reindirizzamento" al Grillo nazionale ed alle sue, nostre, battaglie.. e a proposito di Grillo…. sai che non ne vuole sentir parlare di Signoraggio?!Eh già… a me, il mito di Grillo, è caduto quando ho capito che lui del SIGNORAGGIO, non si sarebbe mai occupato…prova a scrivergli commenti sul signoraggio o a chiedere di parlarne in un suo post…a tal proposito ti invio un sito altrettanto utile… http://www.signoraggio.com per carità.. non ho nulla contro Grillo e le sue battaglie gli fanno onore… purtroppo però non è il comandante che qualcuno si auspicava..Hasta lluego!Antonio

    Mi piace

  7. ANNAMARIA Says:

    …bellissimo blog, non ti sei smentito.. forti ideali… continuain quello che credi!!! ti abbraccio la tua GATTACCIA! ;-)))

    Mi piace

  8. stefano Says:

    ciao sn originario di apricena provincia di foggia ma vivo a modena..cmq sn un ultrà del foggia calcio..vabbè passa quando vuoi..ciao

    Mi piace

  9. tutto scorre…o tutto corre?io direi la seconda…il tutto scorre mi sa di passivo inattivo o di attivo passivo, che poi e` la stessa cosa.il signoraggio sapevo cos\’e`…ma la tua postata e` assai illuminante.bravo Fra`…Yara

    Mi piace

  10. ANNAMARIA Says:

    HO MESSO IL TUO INDIRIZZO SUL MIO POST DI OGGI SPERO VENGANO A LEGGERE IN TANTI!!! UN BACIONE!!! GATTACCIA

    Mi piace

  11. roberto Says:

    Sai che c\’è? che è troppo lungo,troppo dettagliato,troppo vero..ed ultimamente questo genere di cose non va per la maggiore.dovremmo scrivere di quanto è bello il cielo,magari visto da una prigione,per attirare un po piu\’ consensi…è un periodaccio,sto: sotto esame,sotto una donna e di conseguenza sotto sedativi. penso che se mi ripiglio vado in val di susa a dare una mano..chissà,forse ci becchiamo li\’..

    Mi piace

  12. no fra`…risparmiami la ricerca di una storia dai brandelli ermetici delle mie frasi…su su…non siamo bambinifrequento gente piu` grande…ma troppo….quel troppo, non e` mai troppoparametro imposto da cosa…da chi?hai capito male pero`…l\’ultima postata parla di due persone…una forse grande…quella del nonno ti ha portato fuori strada e`?non siamo bimbi Fra`……per nienteYara

    Mi piace

  13. lo sapevo…se rileggi la mia risposta avevo gia` individuato il momento che ti ha provocato il commento.non ci voleva molta fantasia…e` la parte meno ermetica all\’occhio, ma ti svelo l\’arcano intrinseco, che pare impossibile cogliere: esattamente in quella parte del testo parlo di due uomini. di difficile interpretazione per la mente altrui, ma che devi farci…io mi crogiolo nelle mie parole…e pare un fiume di eletti.Yara

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: